Visita Specialistica Artrosi Ginocchio

Home / Servizi / Visita Specialistica Artrosi Ginocchio

Visita Specialistica Artrosi Ginocchio

L’artrosi di ginocchio (gonartrosi) è la forma più frequente di artrosi.
Si presenta con una frequenza  3 volte superiore alla coxartrosi.
L’incidenza aumenta con l’età, tra i 60-70 anni è tra il 20 e 30%, oltre gli 80 anni è tra 40 e 50%.
Nei 2/3 dei casi colpisce tutte e due le ginocchia
Il 5% delle persone  tra i 35 e 54 anni presentano dei segni di gonartrosi visibili alla radiografia (a causa di pregressi traumi, sovrappeso , patologie cartilaginee, malattie reumatiche).

Sintomi

I sintomi tipici sono di tipo meccanico: il dolore si aggrava dopo uno sforzo e si calma con il riposo, limita la flessione e l’estensione del ginocchio, si accompagna frequentemente al gonfiore del ginocchio nelle fasi acute; è particolarmente vivace in caso di marce prolungate, passeggiate su terreni accidentati o nella discesa delle scale, può accompagnarsi ad una sensazione di rigidità mattutina.

Le cause dell’artrosi di ginocchio

La gonartrosi può essere primitiva (vuol dire senza causa evidente solitamente legata all’invecchiamento) o secondaria a una causa spesso traumatica come una distorsione di ginocchio una distrazione legamentosa, una lesione meniscale o una frattura.

L’artrosi primitiva di ginocchio compare senza una causa apparente; ma sicuramente alcuni fattori favorizzanti sono tipici:

  • età superiore ai 50 anni
  • sesso femminile
  • obesità o sovrappeso importante
  • un anomalia dell’asse degli arti inferiori (ginocchio varo o valgo)

Profilo evolutivo dell’artrosi di ginocchio: l’artrosi può rapidamente distruttiva, caratterizzata da una sinovite ed al consumo rapido della cartilagine (ravvisabile dalle radiografie seriate), questo tipo di artrosi porta velocemente ad una sostituzione protesica. Più frequentemente l’artrosi evolve in modo lento e progressivo intervallando periodi di crisi a momenti di quiete; in questi casi i trattamenti medicali e funzionali hanno molto spazio d’azione, la sostituzione protesica può essere procrastinata per molti anni.